Assistenza h24 - 7 giorni su 7. ✆ 0996614111

ESTATE IN GRECIA…<br>ZANTE

ESTATE IN GRECIA…
ZANTE

245,00

ESTATE 2019 A ZANTE

  • Volo diretto a/r da BARI   
  • 7 Notti in Hotel/Appartamento
  • Bagaglio a mano da 10 kg (55 x 40 x 20) 
  • Check-in on line
  • Tasse e oneri

NB: LE TARIFFE DELLE OFFERTE SONO VARIABILI, PERTANTO SOGGETTE
        A RICONFERMA DELL’OPERATORE DOPO L’AVVENUTO PAGAMENTO.
        PRIMA PRENOTI E MENO PAGHI!

La quota si intende a persona su base doppia. Eventuali camere multiple o singole sono soggette a riconferma con eventuali riduzioni o supplementi.
I bagagli da stiva possono essere aggiunti con supplemento facendo una specifica richiesta.

Prenota

Svuota

Informazioni aggiuntive

Scopri le date

19 – 26 Giugno, 26 – 03 Luglio, 27 – 04 Luglio, 03 – 10 Luglio, 04 – 11 Luglio, 07 – 14 Luglio, 08 – 15 Luglio, 10 – 17 Luglio, 11 – 18 Luglio, 12 – 19 Luglio, 14 – 21 Luglio, 18 – 25 Luglio, 21 – 28 Luglio, 25 – 01 Agosto, 28 – 04 Agosto, 01 – 08 Agosto, 04 – 11 Agosto, 08 – 15 Agosto, 11 – 18 Agosto, 15 – 22 Agosto, 18 – 25 Agosto, 22 – 29 Agosto, 25 – 01 Settembre

Prenota

Saldo, Acconto

SKU: N/A - Vuoi aiuto? Contattaci Lascia un commento

Category:

L’isola di Zante (Zakynthos) è una meta turistica popolare, per molti motivi. Prima di tutto per il bellissimo ambiente naturale, che comprende il Parco Nazionale Marino di Zante, le incantevoli spiagge ed un paesaggio lussureggiante che raramente si trova su un isola greca. Ma l’isola non è solo quello. E’ anche un luogo con una lunga storia e un luogo di cultura.
L’isola, conosciuta a livello internazionale con il nome di “Zante”, o “Fiore del Levante” come la chiamavano i veneziani, fa parte delle Isole Ionie. L’isola misura 406 km2 ed è la terza in ordine di grandezza dopo Corfù e Cefalonia, con una popolazione di circa 40.000 abitanti. Famosa per essere il luogo di riproduzione della tartaruga Caretta caretta, che viene qui a deporre le uova nella sabbia delle spiagge meridionali dell’isola e purtroppo sotto la minaccia del pericolo provocato del loro sfruttamento a favore del turismo. Ha una ricca vegetazione e una significativa produzione agricola, basata principalmente sulla coltivazione di ulivi, agrumi, uva e fiori. Dista 9,5 miglia nautiche dal Peloponneso, e 8,5 miglia nautiche da Cefalonia. La parte occidentale dell’isola è quasi totalmente ripida, con scogliere e grotte, e spiagge molto belle, ad est e a sud la costa è più pianeggiante. Qui si trovano le località più note e più affollate, Laganas, Alikes, Agios Sostis, Argassi. Laganas è la più turistica di tutte, con tanti bar e fast food alla greca, ristoranti e negozi di souvenir. Chi ama il silenzio e’meglio che eviti di pernottare qui. Laganas è molto frequentato dagli Inglesi. Fiorente anche l’attività economica legata al turismo, grazie alle buone infrastrutture, come l’aeroporto, i tanti alberghi ed alloggi, e le tante bellezze storico artistiche che attirano molti visitatori.Da non trascurare la proverbiale ospitalità della popolazione. Sulla costa nord è ancora possibile trovare spiagge tranquille ed autentiche.
A sud-est si trova la capitale e il centro culturale dell’isola, Zacinto, divisa da ampie strade e dominata dal castello veneziano. Zante dispone di eccellenti spiagge tra le quali la celebre spiaggia del relitto, e quella immensa di Laganas. Zante, come del resto tutti i territori della Grecia, possiede un ricco bagaglio mitologico. Zakynthos, figlio di Dardano, re di Troia e la principessa Ovatte sono stati secondo la mitologia i primi coloni dell’isola e Zacinto colui che le ha dato il nome. Secondo Tucidide, gli abitanti originari erano achei, insediati nell-antica città di Psofida.
Zante sarà poi conquistata da Arkeisios di Cefalonia, nonno di Ulisse. Omero descrive Zante come Iliessa, un’isola ricca di foreste e molto fiorente nei commerci e nel traffico marittimo.
Si dice anche che fosse parte del regno di Ulisse, e che almeno dodici navi fossero partite da qui per la guerra di Troia.
Con la distruzione della spedizione di Ulisse e il massacro dei Proci, che erano nobili locali, terminerà il regno di Ulisse e l’isola conoscerà un lungo periodo di governo democratico che porterà sviluppo e prosperità all’isola e alle colonie, da essa fondate, come Cydonia a Creta e Zakantha nella lontana Spagna.